news

Il carciofo spinoso sardo DOP

Il Carciofo Spinoso di Sardegna DOP appartiene alla specie Cynara scolymus nell’ecotipo locale Spinoso Sardo, coltivato in molti comuni dell’Isola da Nord a Sud. La tipicità del carciofo spinoso sardo è garantita dalle condizioni pedoclimatiche del territorio sardo, dalla sua speciale coltivazione e dallo sviluppo come patrimonio culturale.
Si produce da novembre fino a tutto aprile.
Rappresenta un’eccellenza enogastronomica italiana dalle ottime proprietà nutritive. È un prodotto estremamente versatile nel suo impiego in cucina, dall’antipasto ai contorni. Grazie al sapore dolce, può essere consumato sia crudo, in pinzimonio con olio extravergine d’oliva, che cotto come ingrediente di piatti sfiziosi, quali risotti, frittelle, torte salate o utilizzato da contorno. Ottima l’insalata con carciofi crudi e bottarga, sublimi gli spaghetti carciofi e bottarga o la fregola. E’ un ortaggio che si presta alla conservazione sia al naturale o sotto olio. al dolce.
Il carciofo è ricco di ferro, fibra, vitamine, sali minerali ed aminoacidi, ma anche di sostanze fenoliche che presentano proprietà benefiche per l’organismo. Ha inoltre una forte capacità antiossidante.
Le proprietà medicinali del carciofo ed il sapore amaricante degli estratti ne fanno una pianta di largo consumo anche nell’industria liquoristica e medicinale.