diario di cucina

Amaretti sardi

Un dolce tipico di diverse zone della Sardegna, caratterizzato dall’utilizzo anche delle mandorle amare. Croccante all’esterno ma con un cuore soffice all’interno.

Ingredienti

1 Kg di mandorle dolci, 50 g di mandorle amare, 1 Kg di zucchero, le scorze di 4 limoni, 10 bianchi d’uovo, zucchero per la copertura.

 

Preparazione

Tritate finemente le mandorle sgusciate, aggiungetele poi allo zucchero, alla scorza dei limoni grattugiata e amalgamate con le mani fino ad ottenere la consistenza della farina bagnata. Lasciate riposare il preparato, coprendolo con un telo, per almeno una notte. La mattina seguente incorporate all’impasto i bianchi d’uovo, impastate sino a quando questo risulterà morbido, compatto e “appiccicoso”. Dopodiché riempite una scodella di acqua, che vi servirà per inumidire le mani, prendete pezzi di impasto (poco più grandi di una noce) e passateli tra le mani dando una forma irregolare. Passate poi la parte superiore degli amaretti nello zucchero. Mettete le palline ottenute nella teglia, poggiandole nella parte non zuccherata, e infornate in forno preriscaldato a 170°/180°. Capirete che i vostri amaretti saranno cotti quando si gonfieranno e inizieranno a cresparsi sulla superficie e avranno un colore color miele-nocciola.